LABORATORI DI ABILITA’ INTERPERSONALI

Il gruppo è lo strumento relazionale per eccellenza. Sin da quando nasciamo la nostra vita relazionale si svolge quasi sempre all’interno di un gruppo di persone. La famiglia, la scuola, gli amici, le attività sportive, l’ambiente lavorativo, sono tutti contesti gruppali e rappresentano, nella maggior parte dei casi le nostre uniche palestre relazionali. Per poter raggiungere degli obiettivi nei gruppi e attraverso i gruppi però, dobbiamo capire bene come funziona l’interazione con i nostri simili e padroneggiare delle tecniche per comunicare. Nei gruppi primari l’apprendimento di queste competenze è solitamente lasciato al caso.

Sembra banale ma non lo è, sin dai greci e forse anche prima l’essere umano ha capito l’importanza del saper interagire e comunicare con i propri simili e gli ha dato una grande importanza nell’educazione dei giovani. Oggi invece nessuno o quasi ci insegna più a interagire, preferiamo insegnare ai bambini le materie scolastiche e lasciare che imparino da soli, imitando modelli casuali spesso inadatti, a relazionarsi con i propri simili. Salvo poi ci lamentarci per i loro comportamenti inadeguati, l’aggressività, l’inaccessibilità emotiva.

Sono veramente poche e fortunate le persone che riescono a padroneggiare le tecniche di interazione più avanzate, come quelle di confronto responsabile ad esempio, così importante nella risoluzione dei conflitti e nella negoziazione. Lo stesso vale per la capacità di gestire efficacemente le emozioni che vengono continuamente mobilitate dalle relazione interpersonali. Le capacità ci vengono meno proprio quando è più importante, quando essere capiti conta di più, quando vorremmo che il partner, una figlia, un amico, possa entrare nei nostri panni e capire perché non potevamo proprio fare altrimenti. Quando vogliamo far capire ad una persona quanto la amiamo. Quando dobbiamo difendere un confine personale che troppo spesso viene travalicato dal nostro capo, dal partner, da un amico,da uno sconosciuto che incontriamo sulla nostra strada.

Il gruppo di relazioni interpersonali serve a questo, è una palestra di interazione protetta, un posto sicuro dove possiamo mettere in atto comportamenti che spesso la paura di soffrire emotivamente e in particolare la vergogna, ci impediscono di attuare. Esporci agli altri, lasciare che gli altri si espongano a noi, tenere a bada le emozioni eccessive e raggiungere i risultati che desideriamo attraverso l’interazione con gli altri. Quella del gruppo viene riportata, nella maggior parte dei casi, come esperienza molto coinvolgente e gratificante. Questo se ci pensiamo bene è normale, il gruppo, inteso come partecipazione e riconoscimento, è quello che più di tutto, ognuno di noi desidera.

Il lavoro in gruppo è sempre gratificante anche per lo psicologo e io conosco e amo molte diverse tecniche di gruppo (anche argomento della mia tesi di laurea) ma quella che prediligo è il laboratorio, così chiamato perché appunto aperto e sperimentale. Ci sono sempre degli argomenti e delle competenze che vanno trattati e apprese ma non appena si raggiunge una capacità di interazione sufficiente, ogni componente diventa un ricercatore e inizia a sviluppare le competenze che gli sono più congeniali.

Pur comportando alcuni importanti effetti secondari di valenza terapeutica, come aumento della fiducia in se stessi, della forza dell’io e della capacità di controllo delle emozioni, le tecniche qui descritte non sono da confondersi con la psicoterapia di gruppo.

LABORATORIO DI RELAZIONI INTERPERSONALI

Si svolge in gruppo di 5-9 partecipanti più il conduttore (lo psicologo). Con questa tecnica vengono esplorati gli aspetti base della relazione interpersonale, la gestione delle emozioni, la scoperta dell’altro e la gestione di base della comunicazione verbale e non verbale. Adatto a tutti, in special modo per problemi di coppia, adolescenti, insegnanti e in generale persone che lavorano a contatto con il pubblico. Durata 8-10 mesi, con frequenza settimanale. Propedeutico al laboratorio di comunicazione.

LABORATORIO DI COMUNICAZIONE

Si svolge in gruppo di 5-9 partecipanti più il conduttore (lo psicologo). Con questa tecnica vengono esplorati gli aspetti avanzati della comunicazione interpersonale, l’argomentazione, gli strumenti retorici, il confronto responsabile, la comunicazione persuasiva, la negoziazione. Adatto a persone che lavorano a contatto con il pubblico o utilizzano la comunicazione per lavoro, in particolare insegnanti, medici, infermieri, avvocati, forze dell’ordine, manager. Durata 12-18 mesi, con frequenza settimanale.